Ankh-Morpork.it - Terry Pratchett e il Mondodisco
Discworld

Primo vero videogioco tratto dalle opere di Pratchett, prodotto da Psygnosis e Perfect 10 con la collaborazione dell'autore stesso. La storia non si limita a seguire lo svolgimento di un libro (come successe per l'avventura grafica "The Colour of Magic" all'inizio degli anni 90) ma prende alcuni spunti da diverse storie per elaborarne una nuova. Il protagonista è il mago incapace Scuotivento (visto in molti libri del Mondo Disco) che si trova a dover fronteggiare, per conto dell'Università Occulta, una terribile minaccia: un malefico drago rosso evocato da una ignota setta di occultisti. Vi ricorda qualcosa? Esatto, la trama è molto simile a quella di Guards Guards (A Me le Guardie), solo che al posto di Vimes e compagni troviamo il mago inetto, spedito in giro per la città alla ricerca di una soluzione all'annoso problema.
Come struttura il videogame si avvicina molto alle produzioni anni 90 della LucasArt, Monkey Island in primis. E' una avventura grafica punta e clicca dalla grafica accattivante (per i suoi tempi...), dialoghi esilaranti, una trama avvincente e, novità, un doppiaggio veramente ben fatto. Per chi comprende l'inglese, sentire Scuotivento/Rincewind doppiato dal mitico Eric Idle (dei Monthy Python) è una vera goduria, e anche gli altri personaggi hanno le voci di molte celebrità dell'umorismo inglese. E in caso non mastichiate l'inglese, non c'è problema: la versione italiana è completamente sottotitolata, e la traduzione rende quasi perfettamente la maggior parte delle battute (anche se come al solito si arranca quando si arriva ai giochi di parole... ma questo purtroppo è un limite non superabile).
Insomma, Discworld è probabilmente il gioco migliore tratto dalla saga del Mondo Disco, capace di trasportarne la verve e l'ironia in una dimensione interattiva con un sistema ben consolidato

SCREENSHOTS

Discworld Screenshot 1
Discworld Screenshot 2
Discworld Screenshot 3

 
Site maintained by The Ankh-Morpork Staff - The Discworld is copyright of Terry Pratchett